Truffe dei biglietti aerei attraverso i Social Network

Un monito arriva dalla Svizzera e mette in guardia rispetto ad un fenomeno in aumento: molte persone hanno preso l’abitudine di postare in rete la fotografia del proprio biglietto aereo, in vista di un viaggio per turismo o per altri motivi. Ebbene, sul biglietto, la cui fotografia è messa in bella mostra, orgogliosamente, sui Social Network è presente un codice, oltre ai dati personali, che consente a malintenzionati di clonarlo e farci avere brutte sorprese al momento dell’imbarco, in cui magari scopriamo di essere già imbarcati senza esserlo.

Addio viaggio, dunque, senza sapere nemmeno come e perché, con perdita di denaro. Si tratta di una truffa che, inconsapevolmente, abbiamo favorito noi stessi con la nostra vanità condivisa. Se anche non perdiamo il volo in questo modo, comunque attraverso Facebook o quant’altro, forniamo a malintenzionati preziose informazioni precise sulla nostra assenza da casa, favorendo furti nell’alloggio.

Sarebbe opportuno frenare i nostri entusiasmi, almeno in rete, evitando comportamenti che solo all’apparenza sembrano banali e innocui, che, invece, possono procurarci non pochi problemi.