Vacanze: Federalberghi prevede un incremento globale delle presenze

Siamo pronti ad un’estate davvero calda, in tutti i sensi. Secondo Federalberghi, infatti, si prevede un incremento globale delle presenze pari al 4,7%, oltre che un aumento netto anche degli arrivi per il 4,8%. In generale, il fatturato del “mare italiano” crescerà del 4,5% in questa stagione, arrivando a toccare la strabiliante quota di 29,260 miliardi, facendo segnare una crescita di 1,3 miliardi rispetto alla scorsa stagione.

Le regioni a maggior crescita

Secondo gli studi e le analisi che sono state compiute, le regioni a maggior crescita saranno l’Abruzzo, la Puglia e alcune aree dell’Arco jonico. Buoni rendimenti anche da parte delle due isole italiane più grandi, ovvero Sicilia e Sardegna, oltre che di regioni del nord come Liguria, Veneto e Friuli-Venezia Giulia.

Viva gli stranieri

A far ben sperare per la stagione che sta per iniziare saranno gli stranieri, che confermano ancora una volta di gradire le spiagge del nostro paese. Il fatturato che abbiamo citato prima (29,620 miliardi) sarà diviso in circa 19,8 miliardi per gli italiani, e poco più di 9 miliardi per gli stranieri. In termini percentuali, la percentuale di arrivi e presenza italiane è in calo, mentre quella degli stranieri sarà in salita.

Da dove arrivano gli stranieri che verranno a visitare l’Italia? In maniera particolare dalle nazioni vicine, come Germania e Francia, ma sono previsti buoni arrivi anche dalla Gran Bretagna e addirittura dalla più lontana Russia.

Gli alloggi più amati

Quali sono gli alloggi che sceglieranno i turisti balneari? Indubbiamente le strutture della sharing economy sono in crescita (addirittura si stima del 13%), mentre per gli hotel vedremo in incremento del 4,3%. Tra la qualità delle strutture, inoltre, si preferiranno sia soluzioni medio – piccole e a budget più ridotto (che si può ridurre ancora di più con buoni sconto ed offerte particolari), che luxury (il settore del lusso, dunque hotel a 4 o 5 stelle, resort ed appartamenti “superior” vedrà una crescita del 7%).

Mare o montagna?

Gli italiani sceglieranno, come sempre, il mare rispetto alla montagna. Le coste più affollate saranno quelle di Emilia Romagna, Toscana, Puglia e Sicilia. Tra le località montanare, non può mancare ovviamente l’Alta Valle, mentre tra le località all’estero troviamo le immancabili capitali europee, in maniera particolare quelle dell’est.

Alcuni consigli per risparmiare

Andare in vacanza è bello e non bisognerebbe mai tirare troppo la cinghia per godere appieno del proprio viaggio. Per questo motivo è sempre consigliato fare per bene i conti a casa prima di partire, così da capire quale potrebbe la spesa complessiva cui si andrà incontro nel viaggio e fino al ritorno a casa. Possono tornare utili questi interessanti consigli per risparmiare sui viaggi di Lidia e questo articolo di Ilaria, una viaggiatrice da Excel.

Detto questo, non ci resta che augurarvi buon viaggio.