BitCoin utilizzati per Evasione Fiscale e Riciclaggio?

È questa la notizia, o meglio uno dei pericoli che, secondo Fabio Tasso, il responsabile della sezione reati economici e finanziari della polizia cantonale, può riguardare il mondo dei BitCoin e più in generale nel mondo delle criptovalute.

Secondo quanto sappiamo finora, infatti, tutte le operazioni legate alle criptovalute non sono legate a nessun tipo di controllo: non viene fatta dunque una verifica sull’origine dei valori e chiaramente questo potrebbe essere un luogo ideale per organizzazioni criminali che, proprio attraverso le cripto monete potrebbero far circolare i proventi delle loro attività in modo semplice e poi riconvertire il tutto in qualsiasi valuta.

Proprio per questo motivo Fabio Tasso raccomanda a tutti molta prudenza sulle criptovalute, incluse le amministrazioni pubbliche che potrebbero seguire i modelli già adottati da Chiasso e da Zugo, ovvero decidere di aprirsi anche loro in qualche modo al mondo ed al mercato delle criptovalute, incassando tributi e tasse in bitcoin: “incassare i tributi in bitcoin potrebbe voler dire però correre il rischio di non poter poi più convertire questi in franchi svizzeri”.

In che modo lo stato potrà controllare l’evasione fiscale con le criptovalute? Il Bitcoin sembra che sia sempre più uno strumento utilizzato per effettuare pagamenti, è davvero così? Teniamo in considerazione infatti la quantità di energia necessaria per effettuare operazioni in BitCoin.

Anche Paolo Bernasconi, esperto giuridico, spiega che attraverso i BitCoin si potrebbe tornare indietro nella lotta al denaro contante: tutte le transazioni e tutti i redditi sono imponibili quindi sono imponibili anche i redditi conseguiti con le monete scritturali, è chiaro che il fisco dovrebbe adeguarsi per riuscire a reperire queste informazioni, e, per farlo, dovrebbe avere accesso al conto BitCoin che, se non viene fornito dal contribuente, diventa difficilissimo da reperire.

Per maggiori informazioni sulle criptovalute clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: