Abi: a maggio la media dei tassi sui mutui ha raggiunto il minimo

Associazione Bancaria Italiana .Ancora un incremento delle richieste di mutui, che a maggio di quest’anno ha registrato un incremento rispetto allo scorso anno dell’1,5% mentre la media dei tassi di interesse ha toccato il minimo con un valore di 2,25%. Rispetto alla tipologia di mutuo, i tassi fissi hanno superato decisamente quelli variabili, un netto 61%. Due anni fa, i mutui a tasso variabile facevano la parte del leone con il 79%. Questi sono i dati resi noti dall’Abi ma certamente sono già superati dalla situazione internazionale, poiché nel frattempo c’è stata la Brexit.

E’ ormai noto come l’esito positivo del referendum per l’uscita della Gran Bretagna dall’UE abbia avuto e avrà influenza sull’andamento dei tassi rispetto ai mutui a tasso fisso, riducendoli ulteriormente e riducendo la forbice tra il fisso e il variabile. Tutto questo, in teoria, dovrebbe spingere ulteriormente la richiesta di mutui ma bisognerà considerare che oramai il fenomeno della surroga va esaurendosi, e occorrerà disgregare i dati tra surroghe e nuovi mutui per poter fare ragionamenti e stime veramente sensate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
woodmancx.com