Presto in Sardegna si parlerà arabo? Gli occhi di Abu Dhabi sulla Regione

Si è scritto recentemente delle difficoltà, dei problemi nel settore turistico della Sardegna, di quante persone siano rimaste senza lavoro o rischino di perderlo anche a causa della riduzione operativa degli scali aeroportuali sardi. Si è detto che molte strutture, soprattutto le più piccole sono a rischio di chiusura. Ora dall’Arabia, più precisamente da Abu Dhabi arriva quella che potrebbe essere un’ancora di salvezza per il turismo sardo: la società Contra Investment sarebbe intenzionata a massicci investimenti nella nostra Regione a favore del turismo.

La società di Abu Dhabi, con molteplici interessi dal gas al turismo avrebbe incontrato il Presidente della Regione Francesco Pigliaru e si sarebbe dichiarata pronta a un primo investimento di un miliardo di Euro in campo turistico, alberghiero e nautico ma vuole, come contropartita, acquisire gli scali aeroportuali di Alghero e Cagliari, chiedendo, per quest’ultimo, un bando di privatizzazione entro l’anno. Il segnale è chiarissimo, non espresso dagli arabi ma ben vivo nelle nostre menti: l’Italia è incapace di far vivere il turismo in Sardegna, dobbiamo in qualche modo venderla agli arabi di Abu Dhabi.