Elezioni in GB: un disastro per la May

Sono giunti i risultati delle elezioni anticipate in GB, volute dalla Premier Theresa May con l’obiettivo di dare ancora maggiore stabilità politica al Regno Unito e affrontare con maggiore forza le trattative sulla Brexit. May esce a pezzi dalla competizione elettorale, con solo 2,5 punti di vantaggio sui Laburisti e perdendo la maggioranza assoluta.

L’obiettivo di rafforzare se stessa è fallito in maniera pesante, ora la situazione è di notevole debolezza, con difficoltà a formare un governo se non con un accordo con gli unionisti dell’Irlanda del Nord ma comunque rendendo il governo Britannico molto meno stabile. La Sterlina ha subito un indebolimento rispetto al dollaro anche se in molti prevedono in tempi brevi un rafforzamento proprio per via di un avvio verso una Soft Brexit contro l’Hard Brexit annunciata dalla May che ora dovrà necessariamente cambiare le sue politiche.

Le industrie, tutto il mondo della finanza sono sempre stati avversi alla Brexit ma il voto del Referendum non può essere rivisto, a questo punto la sconfitta della May può solo dare maggiore fiducia agli investitori verso un’uscita meno traumatica e questo farà bene all’economia britannica.