Dolcificanti, possono realmente aiutare a dimagrire? Una ricerca Australiana sostiene il contrario

Non vogliamo fare i cattivi mettendo in luce come molti comportamenti sono quantomeno contraddittori, come il mettere il dolcificante nel caffè dopo essersi mangiati un cornetto con la marmellata o alla fine di un abbondante pasto trangugiando di tutto e di più. Limitiamoci a coloro i quali in buona fede e con comportamenti coerenti cercano di limitare le calorie assunte anche tramite l’eliminazione dello zucchero a favore dei dolcificanti al fine di eliminare quel po’ di peso in eccesso.

Ebbene, uno studio di ricercatori dell’Università di Sydney, in Australia, avrebbe dimostrato come l’utilizzo di dolcificanti possa portare ad un eccesso alimentare, in sostanza a mangiare più di quanto non si faccia assumendo zucchero, con conseguente totale inutilità di ogni proposito di calo ponderale.

Lo studio è stato presentato e pubblicato sulla rivista Cell Metabolism. Lo studio apre le porte alla comprensione della connessione tra percezione del gusto e regolazione dell’appetito, cosa fondamentale per affrontare un programma dimagrante efficace e non deprimente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: